it

PANZEROTTI FRITTI: LA RICETTA ORIGINALE PUGLIESE

Valutazioni

Un cuore morbido di mozzarella filante e prosciutto cotto

  1. Dosi per: 4 persone - 12 pezzi
  2. Difficoltà: Media
  3. Preparazione: 30 minuti + 1 ora lievitazione
  4. Portata: Piatto unico
  5. Costo: Basso
  6. Cottura: 20 minuti

INGREDIENTI:

  • Prosciutto Cotto Alta Qualità Corona Levoni 300 g
  • Mozzarella per pizza 300 g
  • Farina 00 250 g
  • Farina Manitoba 250 g
  • Acqua 285 ml
  • Lievito di birra disidratato 5 g
  • Zucchero 5 g
  • Olio di semi di arachidi q.b.
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Sale q.b.

Valori Nutrizionali:

  • 270 Kcal calorie per pezzo
  • Energia Kcal 270
  • Carboidrati g 31,5 - di cui zuccheri g 1,22
  • Proteine g 13,9
  • Grassi g 9,5 - di cui saturi g 4,7
  • Fibre g 0,7
  • Sodio mg 500
  • I calcoli non tengono conto dell’olio utilizzato per la frittura

I panzerotti fritti sono delle mezzelune composte da un impasto molto simile a quello che potreste preparare per cucinare la pizza, a base di farina, acqua e lievito. Sono un piatto tipico della cucina pugliese, e ciò che li rende famosi è il loro ripieno gustoso, che oggi vi mostreremo come realizzare, utilizzando della mozzarella per pizza e il pregiato Prosciutto Cotto Alta Qualità Corona Levoni, realizzato con carni italiane 100%.

I panzerotti pugliesi sono perfetti in tante occasioni diverse, per esempio come antipasto per un pranzo domenicale con la famiglia, ma anche per uno spuntino a casa o durante una passeggiata all'aperto. Deliziatevi con questa preparazione durante la pausa pranzo, perfetta anche per quando siete a lavoro: il gusto unico di questi fagottini ripieni vi regalerà subito una sensazione di benessere.

00_panzerotti_fritti_p_cotto_16_9
  • 01_panzerotti_fritti_p_cotto

    In una planetaria iniziate a mettere insieme tutti gli ingredienti per l'impasto: versate la farina 00, la farina manitoba, lo zucchero, quindi aggiungete il lievito di birra e l'acqua tiepida, scaldandola qualche istante sul fuoco se necessario. Quindi condite con due pizzichi abbondanti di sale e un filo di olio extravergine di oliva.

  • 02_panzerotti_fritti_p_cotto

    Azionate la planetaria e fate impastare per circa 8 minuti, quindi oliate una spianatoia e versatevi sopra l'impasto, rendendolo più compatto con le mani, poi formate un salsicciotto e dividetelo in dodici porzioni di uguale dimensione.

  • 03_panzerotti_fritti_p_cotto

    Mettete le palline ottenute su un vassoio distanziandole l'una dall'altra in modo che durante la lievitazione non si tocchino, quindi copritele con un canovaccio e lasciatele lievitare per un'ora.

  • 04_panzerotti_fritti_p_cotto

    Nel frattempo preparate il ripieno, togliendo dal frigo il Prosciutto Cotto Alta Qualità Corona Levoni tagliato a fette sottili e tagliando a dadini la mozzarella.

  • 05_panzerotti_fritti_p_cotto

    Quando la lievitazione sarà completata prendete le palline, trasferitele su una spianatoia infarinata e schiacciatele al centro, quindi con l'aiuto di un mattarello stendetele in modo che siano spesse circa 2 millimetri: mettete al centro di ogni disco di pasta qualche fetta di Prosciutto Cotto Alta Qualità Levoni L'Artemano e qualche dadino di mozzarella, quindi chiudete il disco a mezzaluna e definite i contorni con una rotella.

  • 06_panzerotti_fritti_p_cotto

    Mettete a scaldare una pentola con l'olio di semi e quando sarà arrivato alla temperatura di 170° procedete con la frittura, immergendo al massimo due panzerotti alla volta: scolateli non appena risulteranno dorati e adagiateli su carta assorbente, quindi aggiungete un pizzico di sale sulla superficie e servite.

Varianti

I panzerotti sono, secondo la tradizione pugliese, dei piccoli calzoni fritti ricchi di sapore, grazie al loro ripieno sfizioso: per merito della loro grande versatilità, potete riempire i panzerotti con gli ingredienti che preferite, in modo da soddisfare sempre i vostri gusti e quelli dei vostri ospiti.

Per esempio, se volete realizzare un ripieno ancor più saporito, potete aggiungere alla ricetta della deliziosa passata di pomodoro: prendete dei pomodori freschi e fateli bollire a fuoco lento con un po' di origano, sale e pepe, quindi aggiungete il composto al centro del panzerotto con un cucchiaio, poi procedete con l'aggiunta delle fette di Prosciutto Cotto Alta Qualità Corona Levoni e della mozzarella a dadini. Il risultato sarà incredibile e potrete portare in tavola, per esempio tra gli antipasti, un piatto che conquisterà davvero tutti.

Un'altra opzione invece riguarda la cottura: se preferite un piatto più leggero, potete cuocere i panzerotti al forno. Il procedimento per la ricetta è il medesimo, ma non dovrete friggere i vostri panzerotti, bensì una volta che ne avrete definito i bordi con una rotella, dovrete disporre le mezzelune su una teglia foderata di carta forno e farle cuocere per circa 15 minuti a 180°. La bontà e il profumo della preparazione rimarranno invariati.

Consigli

Nonostante la ricetta dei panzerotti fritti non sia complessa, ci sono senza dubbio alcuni consigli da ricordare per una riuscita ideale. Per prima cosa se non siete in possesso di una planetaria potete impastare gli ingredienti anche con le mani: in questo caso versateli in una ciotola e impastate con le mani, poi quando l'impasto inizierà a diventare più compatto trasferitelo su un piano da lavoro. Continuate a impastare con vigore fino a quando la pasta non risulterà elastica e omogenea, ben compatta. Aiutatevi con della farina se l'impasto si appiccica troppo alle mani o al piano di lavoro, ma non esagerate per non rendere il composto troppo asciutto, cosa che potrebbe compromettere il risultato finale: i panzerotti fritti potrebbero risultare duri.

Molto importante è anche la fase di chiusura dei panzerotti: una volta che avrete steso i dischi di pasta e avrete adagiato sopra la base il ripieno, formate una mezzaluna piegando a metà i dischi. Per fare in modo che i bordi si fondano tra loro e non si aprano durante la cottura, inumiditevi leggermente le dita e passatele sui bordi, quindi eseguite un po' di pressione per farli aderire e completate passando la rotella per dare la forma caratteristica.

Quando poi procederete alla frittura, state attenti a non far scaldare troppo l'olio di semi, altrimenti i panzerotti potrebbero bruciare all'esterno ma rimanere crudi all'interno.

Per quanto riguarda il ripieno invece, è consigliabile far tagliare al vostro salumiere di fiducia il Prosciutto Cotto Alta Qualità Corona Levoni con l'affettatrice, in modo che, tagliato sottile, si fonda bene con la preparazione.

Curiosità

I panzerotti fritti sono una specialità regionale della Puglia, da dove si sono poi diffusi in tutto il territorio nazionale. Secondo la leggenda la loro invenzione è nata casualmente da un avanzo di pasta per il pane che un fornaio trasformò in una pizza condita con pomodoro e mozzarella, che poi ripiegò su se stessa a creare la tipica forma a mezzaluna dei panzerotti.

Si pensa dunque che, come molti altri piatti della tradizione culinaria italiana, anche i panzerotti nascano in un contesto umile, in cui niente poteva essere sprecato: così l'inventiva di alcuni avi ha dato vita a una ricetta nuova la cui bontà l'ha poi resa immortale. Oggi infatti i panzerotti fritti sono conosciuti in Italia e all'estero come piatto di rosticceria tipico pugliese, e vengono mangiati come street food oppure serviti come piatto sfizioso e alla moda durante aperitivi e buffet, ma anche come antipasto per aprire al meglio un pranzo in famiglia o con amici.

Il Prosciutto Cotto Alta Qualità Corona Levoni utilizzato nella ricetta preserva tutta la sua tenerezza, ben protetto dall’impasto. La cottura veloce del panzerotto nell’olio di frittura consente al ripieno di rilasciare tutti i suoi aromi scaldandosi, ma senza bruciarsi e seccare. L’elevata qualità del salume Levoni perciò si mantiene stabilendo il sicuro successo della pietanza.

Copyright © 2017 Levoni S.p.a. | All rights reserved.
Via Matteotti, 23 | 46014 Castellucchio, Mantova
PI 00137840203 | RI 00137840203 | N Rea 60457 | Cap Soc € 13.500.000, 00 i.v.